Magazine

Bonus Bebè: chi ha diritto e come richiederlo

20/12/2016
Bonus Bebè chi ha diritto e come richiederlo
Privati
Il Bonus Bebè è un contributo previsto dalla Legge di Stabilità (Legge 190 del 23 Dicembre 2014, Art.1 comma 225) al fine di incentivare le nascite sul territorio italiano, attraverso una serie di agevolazioni che sostengano le famiglie a basso reddito.
Si tratta di un assegno mensile dedicato alle famiglie in cui il genitore richiedente abbia un reddito annuale inferiore ai 25.000 euro (prima fascia) o ai 7.000 euro (seconda fascia). L’importo del bonus varia in base alla situazione economica del richiedente e sono previsti due diversi tagli: 80 euro al mese (960 euro annui) per ogni figlio in caso di redditi inferiori ai 25.000 euro, oppure 160 euro al mese (1920 euro annui) per tutti i richiedenti con reddito ISEE inferiore ai 7.000 euro annui. I bonus verranno erogati fino al compimento del terzo anno di età del bambino o per i primi tre anni all’interno della famiglia adottiva a partire dal giorno del suo inserimento.
La Legge di Bilancio 2017 presenta anche la possibilità per le future mamme di richiedere un Bonus bebè anticipato, il Bonus mamme domani 2017, a partire dal settimo mese di gravidanza, che consta in un assegno di 800 euro una tantum.
Sono inoltre previsti altri importanti Bonus a sostegno delle famiglie: il Bonus bebè 2017 asilo nido, che prevede l’erogazione di 1.000 euro annui, indipendentemente dal reddito familiare, per pagare la retta dell’asilo nido e il Voucher baby sitter 2017, che consta in voucher del valore di 600 euro validi 3 o 6 mesi per pagare la baby sitter. Entrambi i bonus sono destinati ai genitori che scelgono di rinunciare al congedo parentale.
È inoltre previsto un Bonus Famiglia per le famiglie a basso reddito con almeno 2 figli a carico.

Bonus bebè 2017: chi può richiederlo

Hanno diritto a richiedere il Bonus bebè tutte le famiglie che abbiano avuto, adottato o preso in affido preadottivo uno o più bambini tra il 1° Gennaio 2015 e il 31 Dicembre 2017 e che presentino i seguenti requisiti:
  • Reddito ISEE annuale inferiore a 25.000 euro (con ulteriori agevolazioni per i redditi inferiori ai 7.000 euro annui)
  • Il richiedente deve essere uno dei genitori del bambino per cui viene richiesto il bonus
  • Il richiedente deve essere cittadino italiano, di un paese comunitario dell’Unione Europea oppure straniero con permesso di soggiorno valido
  • Il richiedente deve convivere col bambino per cui viene richiesto il bonus
  • Il richiedente deve essere residente sul territorio italiano al momento della richiesta
Il Bonus mamme domani 2017 spetta a tutte le future madri residenti sul territorio italiano al compimento del settimo mese di gravidanza che ne facciano richiesta.
Il Bonus bebè 2017 asilo nido e il Voucher baby sitter sono invece dedicati alle mamme che scelgono di rinunciare al congedo parentale e che siano impiegate come:
  • lavoratrici dipendenti pubbliche o private
  • lavoratrici iscritte alla Gestione separata INPS
  • libere professioniste non pensionate e non iscritte ad altra forma previdenziale
  • imprenditrici o lavoratrici autonome non parasubordinate
Le lavoratrici che non sono tenute al pagamento di nessun servizio per l’infanzia, sia nel settore pubblico che in quello privato, o che usufruiscono di altre agevolazioni previste dal fondo delle Pari Opportunità, non possono richiedere i voucher.

Come richiedere i bonus

Per richiedere i Bonus bebè è necessario presentare l’apposita domanda all’INPS per via telematica. Sarà possibile seguire tre diverse procedure:
-    Accedere direttamente al sistema online dell’INPS, attraverso il PIN precedentemente ricevuto o la chiave d’accesso SPID (Sistema Pubblico d’Identità Digitale), ottenibile presso gli Identity Provider accreditati, tra cui Aruba.
-    Contattare il Numero Verde INPS 803.164 da telefono fisso o lo 06.164.164 da cellulare (tariffa variabile a seconda dell’operatore)
-    Rivolgersi a CAF o Patronati autorizzati.
La domanda deve essere presentata entro 90 giorni dalla nascita del bambino o dal suo inserimento in famiglia in caso di adozione o affido.
Alla domanda va allegato il modello ISEE aggiornato al 2017. La domanda va presentata una sola volta per ogni minore in oggetto.

Fonti per approfondimenti:
https://www.forexinfo.it/Bonus-Bebe-2017-ultime-novita-Inps-requisiti-importi-reddito-domanda
http://www.guidafisco.it/inps-modulo-domanda-bonus-bebe-1195
http://www.guidafisco.it/bonus-bebe-secondo-figlio-primo-nuovo-nato-1594
http://www.guidafisco.it/bonus-mamme-domani-donne-in-gravidanza-1710
http://www.guidafisco.it/bonus-nido-requisiti-come-funziona-assegno-domanda-1715
http://www.inps.it/portale/default.aspx?itemdir=11729
http://www.guidafisco.it/bonus-bebe-2017-documenti-domanda-inps-importo-durata-1727


Prodotto menzionato
SPID
Scopri