Magazine

Social commerce, cos’è e come funziona

08/11/2021
Social commerce, cos’è e come funziona
Le aziende hanno sempre sfruttato i social con lo scopo di aumentare le vendite. Fino a qualche tempo fa l’unico modo che avevano per farlo era presentare i propri prodotti in ads o nei post organici e indirizzare gli utenti interessati verso la propria piattaforma e-commerce dove poter completare l’acquisto.

Negli ultimi anni le cose sono cambiate, infatti le aziende hanno la possibilità di vendere i propri prodotti direttamente sui social senza più dover indirizzare gli acquirenti sul sito e-commerce per completare la transazione.
Il social commerce tuttavia non si limita solo a promuovere l’acquisto direttamente sui social, ma si focalizza anche sulla fidelizzazione dei clienti, spingendoli a condividere con gli altri utenti la loro esperienza di acquisto.
In sintesi per social commerce si intende la possibilità di portare l’intera esperienza di acquisto dei consumatori direttamente sui social, dove attraverso un click l’utente può aprire una pagina prodotto direttamente sull’app del social e acquistarlo immediatamente.

Quali sono i vantaggi del social commerce

Uno dei principali vantaggi del social commerce è la possibilità di aumentare effettivamente le vendite. Il processo di acquisto viene di fatto semplificato, riducendo tutti quei passaggi intermedi che potrebbero portare l’utente a un ripensamento sull’acquistare o meno quel prodotto. Per le aziende quindi offrire l’opportunità di terminare la transazione direttamente sulla piattaforma social può facilmente trasformarsi in un aumento della percentuale di conversioni rispetto al numero di utenti che cliccano sul post di presentazione del prodotto.

Inoltre con il social commerce gli utenti possono reperire facilmente e direttamente sulla piattaforma tutte le informazioni di cui hanno bisogno per prendere una decisione in merito all’acquisto come la descrizione del prodotto, i commenti e le opinioni di tutti gli altri utenti su quel determinato articolo.

Infine attraverso i tool messi a disposizione dai social stessi è possibile conoscere meglio i propri clienti, le loro abitudini e i loro comportamenti. Si tratta di informazioni preziose sul proprio pubblico di riferimento che possono essere utilizzate per migliorare la strategia di acquisizione di nuovi clienti.

Piattaforme per social commerce

Tra i principali social da utilizzare per la propria strategia di social commerce c’è sicuramente Facebook. Da sempre le aziende hanno usato questo social per promuoversi tramite le classiche pagine o attraverso strumenti come messenger, ma da diverso tempo sulla piattaforma è presente anche la funzione Facebook Shops. Si tratta di uno shop online sulla piattaforma, dove le aziende possono inserire i propri prodotti che possono essere acquistati dagli utenti interessati direttamente su Facebook. In questo modo tutte le transazioni avvengono all’interno del social. Inoltre con l’implementazione di strumenti come messenger o whatsapp, gli utenti hanno la possibilità di contattare direttamente i responsabili del negozio per richiedere informazioni.

Anche Instagram con la funzione Instagram Shoppable offre ai brand la possibilità di presentare i propri prodotti e ottenere la visibilità allo scopo di incrementare le vendite. Una delle funzionalità più interessanti offerte dalla piattaforma è la possibilità di taggare un prodotto in ogni contenuto condiviso sul social, ad esempio nei post sul feed, nelle stories, nelle live e nei reels. Tuttavia in questo caso gli utenti vengono reindirizzati al sito web dell’azienda per completare l’acquisto. Attualmente solo negli Stati Uniti è presente la funzione Instagram Checkout per concludere l’acquisto direttamente sull’app.

Pinterest invece offre il pin prodotto, si tratta di immagini con tag di acquisto che rimandano all'e-commerce dell'azienda. Inoltre i brand hanno la possibilità di avere una tab "acquista" nel loro profilo dove mostrare i prodotti in vendita.

TikTok oltre a consentire agli utenti di inserire collegamenti al proprio e-commerce all’interno della biografia, offre la possibilità di utilizzare negli annunci video il bottone “acquista ora”. Tuttavia TikTok può essere particolarmente interessante all’interno di una strategia di social commerce per i Shoppable Ads lanciati dopo la partnership con Shopify. Chi usa Shopify per il proprio e-commerce infatti può sincronizzare l’account con quello di TikTok Business e vendere i prodotti direttamente sul social attraverso gli annunci video.

Anche YouTube sta testando la funzione YouTube Shopping che consentirà agli utenti di acquistare un prodotto direttamente dai video.

Aumentare le vendite con il social commerce

Ovviamente non è sufficiente aprire la propria vetrina sui diversi social per aumentare le vendite, ma è fondamentale impegnarsi per far conoscere il proprio brand a un numero sempre maggiore di utenti così da potergli mostrare i propri prodotti.
Ad esempio:
  • partecipando attivamente a gruppi di interesse dei propri potenziali clienti;
  • sfruttando le inserzioni a pagamento;
  • coinvolgendo gli influencer interessanti per il proprio settore;
  • incoraggiando gli utenti a lasciare recensioni e opinioni sui prodotti acquistati.