Magazine

Fibra Aruba: la connessione ideale per lo streaming

26/05/2021
Fibra Aruba: streaming e pop-corn
Il mondo dello streaming ha rivoluzionato completamente il modo di immaginare la tv e, per tanto che si usi l’immaginazione, probabilmente nessuno di noi riesce realmente a comprendere quanto profonda sia la rivoluzione in atto.

Una rivoluzione che parte dal cinema e arriva ai diritti tv per lo sport, una scossa che segna una svolta storica tra quel che c’era prima e quel che ci sarà poi. Per poter vivere appieno questo cambiamento, e per poter godere davvero dei nuovi contenuti che stanno per arrivare nelle nostre case, c’è però un ingrediente fondamentale ed irrinunciabile al quale dover far fronte: si tratta della connettività, vero e proprio elemento abilitante che ci consentirà di lavorare, di comunicare e di divertirci nel migliore dei modi solo quando il provider sarà in grado di servirci al meglio.

La Fibra di Aruba nasce esattamente con questo scopo: servire il cambiamento, facilitare la possibilità di un’esperienza davvero piena di emozioni.

Il cinema in tv

Il cinema approda in tv attraverso una marea di flussi e spostando definitivamente su questo canale i maggiori interessi dell’industria della produzione cinematografica. Un nome su tutti: Netflix.

La scintilla è questa, ma deflagra in una moltitudine di direzioni: da Disney+ a Prime Video, passando per Sky Q e molti altri servizi ancora. Ognuno di questi ha tassi di ottimizzazione del traffico differenti, riuscendo a gestire in modo sempre migliore l’incredibile mole di traffico che smuove questo tipo di fenomenologia.

Ma senza una connessione di qualità tutto ciò diventa inutile, perché significa non poter mettere a disposizione della nostra smart tv un quantitativo sufficiente di bit per poter mostrare le immagini della qualità desiderata.

Ma quanta banda serve per poter godere davvero di un contenuto in streaming? Si prenda Netflix come standard essenziale, così da poter comprendere quali siano i requisiti di banda necessari per goderne davvero senza lag, senza attese di caricamento e senza compromessi sulla definizione dell’immagine. Spiega la stessa Netflix:
  • 0,5 megabit al secondo - Velocità di connessione a banda larga richiesta
  • 1,5 megabit al secondo - Velocità di connessione a banda larga raccomandata
  • 3,0 megabit al secondo - Velocità raccomandata per qualità SD
  • 5,0 megabit al secondo - Velocità raccomandata per qualità HD
  • 25 megabit al secondo - Velocità raccomandata per qualità Ultra HD.
Dato che ogni singola tv di nuova generazione offre ormai una definizione 4K, non poter attingere a streaming in definizione Ultra HD significa sperperare un patrimonio di emozioni. Bisogna pertanto puntare a connessioni che siano in grado di offrire 25 megabit al secondo, sempre e comunque.

Aruba offre queste garanzie ed il “magic number” che può certificare questa capacità è individuabile nella banda minima in download garantita dalla rete FTTH del servizio: 40 megabit sono la quota minima sotto la quale il servizio non andrà a scendere in nessun caso, con una velocità nominale da 1Gbps che promette in ogni caso performance ben più elevate. Ci sono margini, insomma, per vedere contenuti ad altissima qualità su più dispositivi contemporaneamente, senza problemi. In questa pagina trovi tutte le caratteristiche della tecnologia FTTH della Fibra di Aruba

Lo sport in tv

I prossimi anni saranno i primi della rivoluzione “online” dello sport in tv. I diritti della Champions League, infatti, sono passati nelle mani di Amazon e quelli della Serie A sono passati nelle mani di DAZN. Per vedere le partite della propria squadra del cuore, insomma, non bisognerà più avere una grossa parabola sul tetto, ma una capiente rete FTTH che arriva al Router di casa.

Si prendano a riferimento i requisiti di DAZN, ossia i valori da tenere in considerazione per poter godere appieno dei prossimi tre anni del campionato italiano di Serie A:
  • 2.0 Mbps: è la velocità di download consigliata per la risoluzione SD (Definizione Standard).
  • 3.5 Mbps: è la velocità di download consigliata per la risoluzione HD (Alta Definizione).
  • 6.0 Mbps: è la velocità di download consigliata per la risoluzione HD e con un alto frame rate.
  • 8.0 Mbps: è la velocità di download consigliata per la risoluzione HD, la più alta qualità video e il più alto frame rate.
Ad oggi lo sport non può andare oltre poiché porta in tv immagini live e non è ancora possibile gestire efficientemente flussi video superiori ad 8 Mbps. Ma per poter godere di una diretta fluida, senza tiri rimasti in sospeso e senza perdere alcun dettaglio, ecco che 8Mbps sono la discriminante da tenere in considerazione. Ancora una volta i parametri minimi garantiti dalla Fibra di Aruba sono decisamente sufficienti (a differenza delle normali offerte ADSL), potendo quindi garantire la massima qualità possibile in ogni momento.

La banda larga avvicina la tv

C’è un aspetto interessante da tenere in considerazione quando si acquista una tv: la distanza tra l’occhio e lo schermo può diminuire all’aumentare della definizione delle immagini. Oggigiorno i pollici disponibili sono sempre di più, ma non sempre si ha un salotto di dimensioni sufficienti per un corretto distanziamento. La soluzione sta nel 4K, poiché permette di vedere un display da più di 50 pollici anche alla distanza di pochi metri, senza alcun compromesso.

Nell’era di un flusso televisivo che sempre più frequentemente arriverà dalla Rete, ecco che una connessione di qualità diventa quindi importante anche nella scelta della tv da acquistare e nella posizione in cui appenderla rispetto al punto di osservazione (tipicamente il divano del salotto): c’è un vero e proprio rapporto di proporzionalità inversa tra la banda disponibile e la distanza del televisore grazie alla disponibilità di contenuti di qualità sempre più elevata su servizi online di sempre maggior accessibilità.

La banda ultra larga viene quindi ad avere un’importanza strategica che va ben oltre la sola possibilità di accedere a servizi di qualità: i megabit al secondo in entrata sono un paradigma attorno a cui disegnare il proprio soggiorno, definire la propria esperienza di intrattenimento e decidere a quale altezza portare l’asticella della propria soddisfazione.