Magazine

Cresce l’e-commerce, SuperSite e lo shop di Facebook

11/11/2020
Cresce l’e-commerce, SuperSite e lo shop di Facebook
PMIProfessionisti
Le aziende possono aumentare il proprio giro di affari integrando il proprio sito, realizzato tramite SuperSite, con il negozio virtuale di Facebook.

La congiuntura economica e le difficoltà delle imprese sono sotto gli occhi di tutti. Per mantenere un elevato tasso di redditività, molti esercenti e aziende hanno attivato, o potenziato, i service di e-commerce.
Come evidenziato dall’Osservatorio eCommerce B2c Netcomm Politecnico di Milano, nei mercati più maturi l’eCommerce è ormai un canale di primaria importanza nella generazione dei consumi.
Diversamente, laddove l’offerta si sta sviluppando con più ritardo, l’online si sta comunque appropriando di importanti spazi di crescita del commercio. In Italia, ad esempio, nonostante rappresenti ancora una piccola parte degli acquisti complessivi (7,3% del totale), genera il 65% della crescita Retail complessiva.

La nascita di nuove modalità di acquisto e di interazione cambiano il significato originario del negozio fisico, che non fornisce più l’unica possibilità di accesso fisico al prodotto.
In un mercato globale che sta cambiando rapidamente, anche a causa della pandemia in atto, la rilevanza acquisita dall’e-commerce porta con sé anche una maggior attenzione dell’opinione pubblica e delle istituzioni. Sussistono ora nuovi obblighi normativi (PSD2 e la cosiddetta Autenticazione Forte del Cliente per autorizzare le transazioni finanziarie online), e una rinnovata attenzione ai temi della sostenibilità, economica e ambientale.

In questo quadro complessivo, nonostante nel mondo siano più di 2 miliardi le persone che comprano online, l’Italia è rimasta indietro. Le imprese del Belpaese faticano a servire il mercato globalizzato, con il risultato di rallentare e limitare la crescita dell’export dei nostri prodotti attraverso il canale digitale.

E-commerce, vero motore del mercato

Nel 2019, la crescita è stata trainata dall’acquisto di prodotti, che raggiungono i 18,1 miliardi di euro (+21%), con 281 milioni di ordini e a uno scontrino medio di circa 66 euro. I settori che hanno visto incrementare le proprie vendite tramite l’online sono quelli dell’informatica ed elettronica, dell’abbigliamento, ma anche quelli emergenti, dall’arredamento & home living, al Food&Grocery al comparto Beauty.
Tra i servizi, il turismo e trasporti, con 10,9 miliardi di euro, è ancora il primo segmento dell’e-commerce italiano. La crescita (+9%) è determinata dagli acquisti di biglietti per i trasporti ferroviari e aerei, dalla prenotazione di appartamenti e case-vacanza.
Nonostante rappresenti ancora una piccola parte degli acquisti complessivi (7,3% di penetrazione), l’e-commerce è oggi responsabile del 65% della crescita retail.

Le potenzialità di SuperSite Professional

Per potersi adattare rapidamente alle richieste della clientela e accelerare il proprio business, le imprese di ogni dimensioni devono saper scegliere gli strumenti opportuni. Oggi, l’arretratezza digitale si può facilmente tradurre in una battuta d’arresto sul piano economico, con conseguenze negative sul business aziendale.

Negozi, commercianti, artigiani e numerose altre categorie possono scegliere di realizzare il proprio sito con SuperSite. Si tratta di una piattaforma progettata con l’intento di facilitare la costruzione di siti Web accattivanti e ottimizzati.
Con SuperSite non occorre essere tecnici o esperti; la GUI di facile interpretazione consente di intervenire su ogni aspetto fondamentale del sito e di generare un layout gradevole in pochi passaggi.

La piattaforma include le funzionalità di blog, cookie policy, integrazione coi social network e Google Analytics e, nella versione più avanzata, il supporto e-commerce.
L’integrazione con lo store di Facebook merita certamente attenzione perché può consentire un netto incremento di visibilità della propria attività. La vetrina social permette alle imprese e agli esercizi commerciali di mostrare i propri prodotti e servizi a una platea virtuale superiore a 2,5 miliardi di potenziali clienti (tanti sono gli utenti attivi di Facebook censiti nella primavera di quest’anno).

Il tool specifico per Facebook Store si occupa di mantenere costantemente sincronizzato il negozio digitale di proprietà e lo shop social.
L’integrazione offerta da SuperSite può essere abilitata in forma interamente automatica, oppure è possibile definire manualmente quali elementi dovranno essere sincronizzati e visualizzati sullo store.
Indipendentemente dalla modalità operativa, il risultato finale sarà quello di una visibilità continua dei prodotti presenti nel proprio e-commerce attraverso lo shop associato al proprio profilo.

Facebook diventa quindi una “sorta di estensione” del proprio sito: gli utenti che dovessero cliccare su uno dei prodotti saranno successivamente reindirizzati sul negozio online di proprietà. Una volta qui, potranno finalizzare la transazione, il tutto senza dover definire alcun metodo di pagamento specifico su Facebook.

Nel complesso, i vantaggi di una simile soluzione appaiono chiari e sono certamente appetibili per tutti gli imprenditori. Il sistema permette infatti di raggiungere una platea nettamente superiore rispetto a quella che si potrebbe indirizzare solamente attraverso il proprio store.
Non solo, poter pubblicizzare i propri prodotti direttamente su Facebook significa avere accesso alla vasta famiglia di App integrate.
È infatti possibile utilizzare le molteplici opportunità a disposizione per dare visibilità alla propria attività, potenziando i servizi pre e post-vendita, ma anche pubblicizzando beni e servizi tramite Ads o le Stories.

SuperSite e l’integrazione Facebook Store possono quindi aumentare il potenziale dell’impresa e innescare un circolo virtuoso, favorendo contatti e vendite con potenziali nuovi clienti.