Magazine

WooCommerce multi vendor, come realizzare un piccolo marketplace

17/12/2020
WooCommerce multi vendor, come realizzare un piccolo marketplace
Un multi vendor è un sito e-commerce che permette a più venditori diversi e fiscalmente autonomi di rivendere prodotti, utilizzando la stessa piattaforma web.

L’utente che si collega al negozio online vede dunque un normale sito web di commercio elettronico con i prodotti opportunamente suddivisi per categorie, con la sola particolarità che per ciascun prodotto viene specificato il nome del “vendor”, che può essere l’azienda produttrice o un semplice rivenditore che opera con la propria partita iva.

Esempi di siti web multi vendor

L’esempio più immediato per capire cosa sia un multi vendor è Amazon.

Il gigante del commercio elettronico è essenzialmente un marketplace su cui ciascun produttore e/o rivenditore può pubblicare e vendere i propri prodotti. Amazon è un colosso di ordine generalista, vale a dire che vende prodotti di varia tipologia, autonomamente o facendo da intermediario per altri negozi che sfruttano la visibilità e i vantaggi della piattaforma tecnologica, concedendo ad Amazon una percentuale sul venduto.

Senza scomodare i giganti del web, un multi vendor può più semplicemente tenere insieme aziende e rivenditori nello stesso segmento di mercato, che magari non hanno ancora aperto un proprio sito web per vendere direttamente su internet. Ad esempio si potrebbe creare un sito e-commerce che tiene insieme diverse aziende che producono prodotti alimentari tipici toscani. In questo senso il progetto multi vendor è più facile da realizzare e gestire per un numero ampio di imprenditori digital, perché richiede uno sforzo molto più focalizzato su logiche consorziali o associazionistiche. Gli esempi possibili sono davvero tanti, ma tra tutti la costante rimane WordPress, la soluzione completa e più utilizzata al mondo per realizzare siti web professionali.

Vediamo ora come trasformare WordPress in un negozio multi vendor

Come realizzare un Marketplace con WooCommerce

Prima di tutto e in generale, ti raccomandiamo di utilizzare l’estensione WooCommerce per trasformare il tuo sito web realizzato con WordPress in una piattaforma di commercio elettronico professionale perfettamente funzionante. A tal proposito ti invitiamo a valutare il nostro piano Hosting WooCommerce Gestito.

Se tuttavia pensi di utilizzare WooCommerce per mettere in piedi un marketplace, potresti restare inizialmente deluso dal fatto che per quanto il plugin sia completo e performante, non preveda nativamente la funzionalità che permette di avere venditori diversi. Niente paura, perchè una delle caratteristiche principali di WooCommerce è l'elevata possibilità di personalizzazione, aggiungendo altri plugin che ne estendono le funzionalità:  ti basterà installare l’estensione WC Vendors per aggiungere a WooCommerce tutte le opzioni relative alla presenza di più negozi diversi.
WooCommerce Multivendor Marketplace
WooCommerce Multivendor Marketplace

WC Vendors

WC Vendors non solo permette di aggiungere più negozi allo shop, ma rende più semplici tutti i passaggi che servono a gestire le transazioni per singolo negozio. Come proprietario del marketplace puoi stabilire le opzioni di pagamento per tutti i vendor e definire il business model del progetto.

WC Vendors mette a disposizione una versione Free e una "Pro" a pagamento, che include anche opzioni per fare SEO, coupon e insights dettagliati.

Per agire sull’estensione appena installata e attivata, parti dal menu impostazioni di WC Vendors e scegli tra le possibili configurazioni del multi negozio.

Configurazione WC Vendors

Come prima cosa, assicurati che ci sia la spunta sull’opzione di registrazione venditore, altrimenti i singoli negozianti non potranno iscriversi al multi negozio come fornitori. Una volta effettuato questo passaggio e dopo aver scelto tra le altre opzioni iniziali sulla pagina delle impostazioni, puoi andare alla tab Commissioni e gestire l’ammontare della tua provvigione per i prodotti venduti attraverso il marketplace. La commissione viene impostata come tasso percentuale a tua scelta su base globale, ma puoi creare delle distinzioni per singoli prodotti o per singoli venditori.

Capabilities

Il passaggio successivo è fare click sulla tab Funzionalità (o Capabilities se usi la versione in inglese) da cui potrai definire il livello di interazione con la piattaforma da parte dei singoli vendor. Le opzioni di questa tab sono suddivise in tre gruppi e consentono sostanzialmente di:
  • Aggiungere o editare prodotti
  • Editare prodotti già pubblicati
  • Pubblicare prodotti direttamente, senza passare per l’approvazione
  • Vedere gli ordini
  • Esportare gli ordini in formato CSV
  • Visualizzare la tabella della vendite nella dashboard del venditore.
WC Vendors permette anche di specificare il tipo di prodotti che possono essere aggiunti, come ad esempio solo quelli disponibili per il download. Permette infine di stabilire quali informazioni in particolare mostrare al venditore rispetto all’acquisto effettuato.

Display

Una volta stabilite le opzioni di caricamento, modifica e informazioni disponibili per i singoli negozi, puoi andare alla tab Display, da cui sono gestibili tutte le opzioni di visualizzazione di pagina per i vendor sul marketplace.
Clicca su PAGINE → AGGIUNGI NUOVO e crea una pagina per ciascun area di informazione da rendere disponibile. Ogni pagina dovrà contenere uno shortcode secondo quanto indicato nella tab Display, per visualizzare le informazioni correttamente impostate.

Immediatamente sotto le pagine puoi agire sulle opzioni "Store settings"per indicare il percorso che verrà visualizzato in URL del singolo negozio e permettere ai vendor di aggiungere header particolari o descrizioni personalizzate mediante l’utilizzo di codice HTML.

Pagamenti

Quello relativo ai pagamenti verso i venditori è uno dei passaggi a cui fare più attenzione. Puoi periodizzare il pagamento dei venditori su base settimanale o mensile, ma considerando l’eventualità della richiesta di rimborsi e in tal senso per evitare disallineamenti, molti preferiscono optare per i pagamenti non automatizzati, in modalità manuale.

Per quanto infine riguarda le opzioni di pagamento lato utente, potrai impostare un gateaway di pagamento mediante l’inserimento delle opportune chiavi API.

Perché creare un multi vendor

Come abbiamo visto negli esempi all’inizio di questo articolo, uno shop multi negozio può rappresentare una grossa opportunità per imprenditori digital di qualunque dimensione. Abbiamo visto come sia possibile e vantaggioso consorziare aziende nello stesso segmento, ma d’altro canto è possibile mettere in piedi un marketplace generico senza essere Amazon, semplicemente facendo convivere nello stesso shop online più negozi fisici di tipologia diversa operanti nella stessa area geografica, ad esempio una singola città.

Il sistema multi vendor non serve solo a far arrivare il prodotto tipico dall’altra parte del mondo, ma anche a servire con più accuratezza un’utenza locale su bisogni diversi. Così come il centro commerciale tiene insieme più negozi nello spazio fisico di un’infrastruttura in cemento deputata a contenerli, il marketplace può diventare “local”, concentrando più negozi che operano localmente nello spazio virtuale di un’infrastruttura software.

In questo senso i limiti esistono solo per chi se li pone.